Zucchetti acquisisce Debcred

Print Friendly, PDF & Email

Zucchetti prosegue nel suo processo di acquisizioni strategiche per crescere ulteriormente non solo nel mercato italiano, ma anche a livello internazionale.
L’ultima in ordine di tempo a entrare nel gruppo è Debcred, un’azienda presente da oltre vent’anni sul mercato brasiliano e specializzata nello sviluppo e commercializzazione di software ERP per medie e grandi aziende di diversi settori merceologici.
“Siamo entusiasti di questa operazione perché ci permette di essere più competitivi sul mercato e garantire un futuro di successo ai nostri clienti e collaboratori – ha dichiarato Marco Antonio Matheus, amministratore e co-fondatore di Debcred – Fare parte del Gruppo Zucchetti è per noi motivo di orgoglio perché potremo essere beneficiati dell’expertise tecnologica del gruppo e ampliare la gamma di soluzioni e servizi da offrire ai nostri clienti. Ci aspettiamo, inoltre, una crescita significativa grazie alla fiducia ispirata dal marchio Zucchetti”.
“L’acquisizione di Debcred è strategica perché ci permette di consolidare la nostra presenza sul mercato, di essere più efficienti e, soprattutto, di rispondere alle esigenze gestionali di aziende di qualsiasi dimensione – ha commentato Alessio Mainardi, amministratore di Zucchetti Brasile – Abbiamo assistito, nel passato recente, a operazioni di fusione tra software house concorrenti che hanno penalizzato il cliente in termini di qualità dei servizi offerti: noi, invece, vediamo in questa acquisizione un’enorme opportunità in quanto Debcred sposa completamente la filosofia Zucchetti di ‘mettere il cliente al centro’ e può vantare indici di soddisfazione per le proprie soluzioni superiori al 98%”.
“Unendo un brand forte, prodotti di qualità e servizi di eccellenza, il risultato può essere soltanto positivo – ha aggiunto Enrico Itri, responsabile della divisione “Worldwide Business Operations” di Zucchetti – L’obiettivo di Zucchetti è consolidare la propria presenza in particolare nella regione sud-est del Brasile, che rappresenta oltre il 70% del PIL del paese sudamericano, abbinando una soluzione già molto apprezzata dalle imprese locali all’affidabilità che trasmette Zucchetti, prima azienda italiana di software”.

Share Button