Sony presenta il nuovo monitor di riferimento 4K HDR

Print Friendly, PDF & Email

A IBC 2018 Sony ha annunciato un nuovo monitor di riferimento di Grado 1 da 31″, il BVM-HX310, che offre un’accurata riproduzione del colore e un contrasto elevato per dare il massimo dell’affidabilità ai creatori di contenuti professionali nel prendere decisioni in situazioni di immagine critiche. Il lancio del nuovo monitor di riferimento segna anche l’introduzione del nuovo brand Sony TRIMASTER HX.
Il BVM-HX310 è stato creato in risposta a una specifica richiesta del settore: poter valutare in maniera precisa le immagini, soprattutto in relazione alla riproducibilità del colore nero. Il BVM-HX310 è in grado di riprodurre fedelmente immagini fino ai singoli pixel grazie a una combinazione del pannello, specifico e dedicato, di Sony e della sua tecnologia di elaborazione dell’immagine di recente sviluppo. È inoltre pienamente capace di riprodurre contenuti 4K e High Dynamic Range, supporta standard di settore per la luminosità fino a 1.000 nit a schermo intero e un rapporto di contrasto di 1.000.000:1 per produzioni HDR.
Sony ha presentato anche il nuovo brand TRIMASTER HX. HX rappresenta la combinazione delle tecnologie HDR e Liquid Crystal Display. Tutti i monitor di questa gamma offrono precisione, uniformità e qualità di riproduzione del colore.
Il BVM-HX310 comprende tutti i principali EOTF HDR e, per la prima volta in un monitor professionale Sony, supporta il 12G-SDI, consentendo la trasmissione 4K con un solo cavo SDI. Gestisce lo spazio colore ITU-R BT.2020 e le immagini HDR con Hybrid Log Gamma, SMPTE ST2084 e 2.4 insieme a S-Log2, S-Log3 e S-Log3 Live HDR per Workflow SR Live.
Inoltre, la funzione User LUT del BVM-HX310 consentirà all’utente di caricare Look Up Tables predefinite basate sulle proprie esigenze di visualizzazione, sul set o in post-produzione. L’esistenza di molteplici EOTF in 4K/UHD, oltre a numerosi spazi di colori e range RGB, dà luogo a potenziali complicazioni nell’identificazione della sorgente.
Il BVM-HX310 incorpora Video Payload ID, che identifica le informazioni del segnale incorporate nell’interfaccia SDI, per facilitare il passaggio alle impostazioni appropriate del display in maniera automatica, riducendo al minimo il potenziale rischio di errore umano.
Per consentire ai professionisti di visualizzare fino a quattro singole impostazioni del display personalizzate sul monitor in HD, è disponibile la modalità Quad View, già introdotta precedentemente sul PVM-X550. Da poco questa modalità di visione supporta User LUT dal BVM-HX310.

Share Button