Netgear presenta gli Switch Smart Managed Pro con PoE+

Print Friendly, PDF & Email

NETGEAR presenta quattro nuovi Switch Gigabit con Power-Over-Ethernet e porte SFP per uplink in fibra. Questi switch ampliano la famiglia di seconda generazione degli Switch Smart Managed Pro appositamente progettati per le reti convergenti dove dati, video, voce e dispositivi IoT vengono tutti gestiti con la massima sicurezza, in un’unica piattaforma di rete.
Nelle piccole e medie imprese c’è una crescente diffusione di telefoni e dispositivi VoIP, telecamere di videosorveglianza IP, sensori di prossimità, dispositivi di illuminazione LED, serrature di accesso sicuro, e altri dispositivi IoT. La presenza di questi dispositivi richiede l’utilizzo di switch di rete in grado di supportare PoE in modo che tramite un unico cavo si possa fornire l’alimentazione elettrica e la connessione dati.
La crescente esigenza di alimentazione a carico degli switch PoE è rappresentata dalla presenza di access point 802.11ac Wave 2 wireless e da sistemi di videosorveglianza HD pan-tilt-zoom dotati di visione notturna e rilevamento del movimento che richiedono un’alimentazione PoE+.
Dynamic Host Configuration Protocol Snooping monitora e consente solo ai server DHCP autorizzati di rispondere alle richieste DHCP e di trasferire i dati di rete ai clienti. Fornisce inoltre la possibilità di controllare il grado di traffico inviato su richieste di DHCP alle porte client, attenuando così l’effetto degli attacchi DHCP Denial of Service da un singolo client o porta di accesso.
Dynamic Address Resolution Protocol Inspection ispeziona i pacchetti ARP sulla rete locale e utilizza le informazioni contenute nel database DHCP snooping all’interno di uno switch per convalidare i pacchetti ARP e per proteggerli dallo spoofing/poisoning/cache poisoning.
La combinazione di queste due funzionalità costituisce una protezione contro gli attacchi man-in-the-middle, ovvero quando gli “attackers” usano l’indirizzo IP di un altro client valido per inoltrare segretamente o alterare le comunicazioni tra dispositivi nella stessa rete.
La registrazione Multicast VLAN crea una VLAN specifica su cui fluisce il traffico multicast generato da un host sorgente, consentendo agli host riceventi di appartenere a VLAN differenti.
Tutte le porte sono PoE+ e il budget di ogni soluzione permette di identificare la soluzione ottimale per le varie implementazioni in termini di necessità di potenza elettrica per le piccole e medie imprese.
I nuovi 24-porte e 48-porte Switch Smart Managed Pro di Netgear supportano implementazioni ad alta densità di questi moderni dispositivi ad elevato assorbimento PoE. Offrono potenti funzionalità Layer 2 e Lite Layer 3 (routing statico) per IPv4 e IPv6 con prestazioni avanzate e focus sull’usabilità all’interno delle PMI. Tutti sono dotati di 4 porte SFP per uplink in fibra.
Ora anche le organizzazioni che hanno un budget limitato possono implementare dispositivi Poe+, collegati a switch dall’ottimo rapporto qualità-prezzo, con un power budget PoE+ di 190W per 24-port, o 380W per 48-port. Se l’obiettivo è invece quello di acquistare un’infrastruttura a lungo termine o pianificare una crescita, le porte PoE+ e i power budget dei PoE degli switch offrono più spazio per l’espansione futura, fino a 380W per il GS728TPPv2 a 24 porte e 760W per il GS752TPP a 48 porte. Anche con tutte le porte occupate, queste funzionano in modo silenzioso, grazie al controllo della velocità della ventola basato sulla temperatura e sul carico.
Condividendo le stesse funzionalità avanzate di usabilità e prestazioni e l’eccezionale funzionalità PoE, gli switch GS728TPv2, GS728TPPv2, GS725TPv2 e GS752TPP sono creati per supportare reti convergenti wireless, esigenze attuali di mobilità e espansione di una rete aziendale.

Share Button