CEBIT 2018: l’Intelligenza Artificiale cambia il modo di lavorare della PA

Print Friendly, PDF & Email

2000px-Logo_CeBIT.svgIl dirompente trend della digitalizzazione coinvolge sempre più anche l’amministrazione locale. La nuova piattaforma “Digital Administration” propone quindi alle aziende del settore l’opportunità di presentare a CEBIT 2018 le soluzioni che rendono possibile la gestione delle finanze comunali con l’aiuto dell’intelligenza artificiale.
Rimane comunque il fatto che molte pubbliche amministrazioni stanno continuando a lavorare per lo più con sistemi analogici – così almeno in Germania – e che nei comuni e nelle sedi distaccate della pubblica amministrazione è in funzione solo una serie di soluzioni stand-alone. Molte città e cittadine hanno spesso solo una vaga idea di quello che può significare una strategia digitale allargata. Questo comporta naturalmente una notevole dispersione di tempo e di risorse per le aziende e per i privati cittadini. Ecco perché l’associazione federale tedesca dell’industria digitale Bitkom promuove il programma “Amministrazione digitale 2025”, che si propone di fornire i servizi amministrativi – a livello statale, regionale e municipale – in forma sia digitale sia analogica fino al 2020 e solo in forma digitale a partire dal 2025.
Il nuovo CEBIT prevede una nuova, moderna piattaforma per il settore pubblico – detta semplicemente “Digital Administration” –nell’ambito dell’area d!conomy nel padiglione 14. Qui i visitatori potranno passare in rassegna esempi di soluzioni e applicazioni per portali eGovernment e esempi di Best Practice per città e regioni intelligenti. La diretta prossimità con il settore espositivo “Digital Business” assicurerà l’attenzione di molti visitatori, anche perché la nuova piattaforma ha molto in comune con le presentazioni “Data Management & Digital Processes” e “Workplace 4.0 & Collaboration”. Il fronte espositivo sarà peraltro arricchito e completato in modo ideale, sempre nel padiglione 14, da un programma di conferenze e dibattiti con esperti del settore e da iniziative di formazione e di aggiornamento ospitate dal palco dell’area d!talk.
mps public solutions di Coblenza, specialista in software, e relative applicazioni, per organismi governativi locali, si è già iscritto a CEBIT 2018. “Il nuovo concept dell’evento ci ha decisamente convinti, Tanto che abbiamo in programma di lanciare proprio durante CEBIT 2018 la nostra piattaforma K1, che darà il via a una nuova era nel sistema finanziario degli enti locali”, spiega Tino Wagner, Amministratore delegato di mps public solutions.
Anche MACH AG è stata una delle prime aziende che hanno deciso di esporre nell‘area “Digital Administration” di CEBIT 2018. “CEBIT si rinnova sull’onda della digitalizzazione, e lo stesso fanno aziende e pubbliche amministrazioni. Occorre rivedere le procedure attualmente in uso – perché la digitalizzazione produce i suoi effetti solo quando software, dati e persone sono in perfetta armonia. Guardiamo quindi con fiducia al prossimo CEBIT“, confermano Rolf Sahre e Stefan Mensching, entrambi membri della Presidenza di MACH AG.
DATABUND – l’Associazione federale tedesca che riunisce i piccoli e medi fornitori di IT e produttori di software per il settore pubblico – parteciperà a CEBIT 2018 con le aziende sue associate. “Ci piace molto la fornula del nuovo CEBIT, che si presenta come una piattaforma ideale per l’amministrazione digitale e apre nuovi spazi all’innovazione e alla comunicazione. Il nuovo CEBIT sembra avere tutte le carte in regola per diventare anche un forum di riferimento per le sfide della digitalizzazione dell’amministrazione e per l’eGovernment in Germania”, dice Detlef Sander, Presidente del CdA di DATABUND.
Anche l’IT-Planungsrat, organo federale per la promozione dell‘E-Government e della digitalizzazione in Germania, accoglierà i visitatori al suo stand nell’area “Digital Administration“ del padiglione 14. Professionisti in ambito amministrativo e esperti in digitalizzazione che operano a livello statale e regionale presenteranno qui servizi user-friendly rivolti ad aziende e organismi amministrativi. Saranno presenti anche i singoli Länder federali tedeschi. Il Land del Baden-Württemberg, ad esempio, ha già dato la propria adesione.
“La digitalizzazione trasformerà radicalmente la Germania. Per il settore pubblico in particolare, i nuovi sviluppi offrono grandi opportunità di miglioramento della qualità e dell’efficienza dei servizi e di digitalizzazione dei processi, così da renderli più accessibili ai cittadini. Siamo contenti che la pubblica amministrazione si presenti nell’area ‘Digital Administration’. Si potrà così dedicare tutta la necessaria attenzione al bisogno di prendere decisioni in merito agli investimenti nella digitalizzazione in Germania a livello sia statale, sia regionale, sia comunale”, aggiunge Oliver Frese, del CdA di Deutsche Messe.

Share Button